Cos’è la spermidina?

Le nostre cellule sono la chiave per invecchiare bene e in buona salute.
Le cellule svolgono diversi ruoli importanti nel nostro corpo: sono in grado di immagazzinare e rilasciare ossigeno, creare energia, e comunicare tra di loro per mantenerci in salute.

Nel tempo però, le cellule possono accumulare materiale danneggiato a discapito della loro corretta funzionalità. Fortunatamente, il nostro corpo ha la giusta risposta per limitare questo processo: l’autofagia.

Esistono diversi modi per stimolare l’autofagia e attenuarne la disfunzione, tra cui la restrizione calorica e l’esercizio fisico. Anche l’assunzione di spermidina, una poliammina naturalmente presente all’interno di alcuni alimenti e nelle nostre cellule, può stimolare l’autofagia.

spermidina

Perché la spermidina è così importante?

Il corpo umano è in grado di degradare e riciclare componenti cellulari inutili o danneggiati. Questo processo di rinnovamento, chiamato autofagia, aiuta a prevenire a contrastare sintomi legati all’invecchiamento a livello neurologico, cardiovascolare, immunitario.

Adottare uno stile di vita sano basato sull’esercizio fisico e sulla restrizione calorica può stimolare l’autofagia, contrastandone il naturale rallentamento.

Dal momento che la spermidina contenuta nelle nostre cellule diminuisce con il tempo, è sempre consigliabile seguire una sana e bilanciata alimentazione che ne faciliti la reintegrazione.

La spermidina è presente, infatti, in molti alimenti: ad esempio cereali, legumi e derivati della soia e, in particolare, all’interno del germe di grano.

Evidenze scientifiche hanno suggerito che una dieta ricca in spermidina, oltre a promuovere il processo di autofagia, può essere associata a un ridotto rischio di patologie correlate all’invecchiamento.

Infatti, il suo ruolo è stato studiato in diversi ambiti tra cui quello cardiovascolare, nei processi legati alla neurodegenerazione nelle patologie infiammatorie e, in generale, nelle patologie associate all’invecchiamento.

Ricerca sulla spermidina

Circa 10 anni fa, un team di ricerca dell’Università di Graz in Austria ha scoperto la capacità della spermidina di innescare l’autofagia: il team era guidato dal professor Dr. Frank Madeo.

A partire da questa scoperta rivoluzionaria, circa 100 team di ricerca internazionali hanno studiato questa sostanza e i suoi potenziali.

Frank Madeo

Prof. Dr. Frank Madeo

Professore presso l’Istituto di Bioscienze Molecolari dell’Università di Graz in Austria, il dottor Madeo ha scoperto che la spermidina attiva l’autofagia. È considerato il “padre della ricerca” di spermidineLIFE® ed è membro del Comitato Consultivo Scientifico di Longevity Labs+.


Iscriviti alla nostra community online

Riceverai contenuti esclusivi, offerte e molto altro.